Creative Commons License
Questo/a opera è pubblicato sotto una Licenza Creative Commons.
Ricerca personalizzata

Facciamo RECENSIONI DI BLOG: quelli più visitati, quelli dei grandi giornalisti, quelli che fanno opinione, quelli di denuncia, quelli sugli argomenti più improbabili, quelli che raccolgono filmati o fotografie... Un viaggio attraverso le infinite declinazioni del blog, per scoprire quante informazioni diverse si possono condividere con uno strumento di facile utilizzo e accessibile a tutti. Perchè per essere un blogger basta un computer e la voglia di raccontare.
(14 marzo 2006)

lunedì, marzo 27, 2006

BLOG NOTES: APPUNTI SUL MONDO DEI BLOG

www.bookcafe.net/blog
il blog di Giuseppe Granieri

Blog notes è uno spazio per capire i media digitali, le potenzialità della Rete e il fenomeno dei blog.
Il giornalista Giuseppe Granieri, attento osservatore delle dinamiche socio-culturali della Rete, pubblica post che sono intelligenti riflessioni sui Nuovi Media e in particolare sul loro rapporto con i media tradizionali.
L'autore analizza le possibili evoluzione dei giornali cartacei e della televisione e il loro modo di reagire alla concorrenza di Internet, segnala pubblicazioni e descrive le evoluzioni del web e le nuove possibilità che esso offre ai navigatori. C'è spazio inoltre per delle conversazioni di confronto con altri giornalisti e autori che si occupano del ruolo dei media nell'era digitale.
I post sono sintetici e di facile lettura e quindi accessibili anche ai non esperti. Granieri ha avuto l'originale idea di dividerli per colore a seconda della tipologia: il rosso per le conversazioni con altri autori; il blu per i post di segnalazione di articoli e pubblicazioni; il verde per i commenti.
Questo blog si rivela un utile strumento per capire dove ci porterà Internet e gli effetti che avrà sulla società, sugli individui e sul mondo della comunicazione in particolare.
Il blog ha anche sezioni dedicate a politica, narrativa, quotidiani, ecc.

Vi lascio con una riflessione di Giuseppe Granieri sulla "Blog generation" . Il testo è tratto da un'intervista in cui Granieri parla del suo libro "Blog generation" (Editore Laterza; 2005).

"È chiaramente una semplificazione comunicativa, ma potremmo dire che la «blog generation» è la prima generazione di cittadini abituata ad esprimersi pubblicamente sulle questioni di rilevanza sociale o culturale, o anche personale. Avere un weblog, quindi un canale diretto di comunicazione con «gli altri», è innanzitutto un cambiamento di prospettiva nella vita quotidiana. Cominciamo a pensare in maniera diversa perché sappiamo che le nostre sensazioni, le nostre opinioni, possono essere pubblicate e condivise in pochi secondi. Ci sentiamo parte di uno spazio pubblico, in cui abbiamo una voce.Per la prima volta nella storia delle comunicazioni umane abbiamo un medium che può trasportare, rispettando determinate condizioni, tutti i messaggi di tutte le persone. I weblog, da questo punto di vista, hanno abbattuto una grande barriera, poiché ora pubblicare in Rete non richiede nessuna competenza tecnica se non l'elaborazione di un testo al computer. Ma soprattutto hanno avuto il merito di portare a maturità alcune potenzialità di Internet, collegando tra loro decine di milioni di persone"




3 Comments:

Anonymous Pietro L said...

Benchè io trovi molto interessante la riflessione di Granieri, mi permetto di evidenziare un'omissione fondamentale dell'autore sulla "blog generation": coloro che esprimono pensieri, emozioni e sentimenti personali nel proprio blog, tendono ad indirizzare gli stessi ad un pubblico a loro estraneo, o a mantenere comunque l'anonimato utilizzando magari un nick name; questo atteggiamento aiuta probabilmente ad ottenere dai lettori commenti, consigli, opinioni in riguardo totalmente disinteressate e, quindi, più oneste e sincere. Il concetto che dovrebbe emergere è il seguente: questo genere di esternazione non è un vero e proprio "rendere pubblico", perchè di fatto non si concretizza alcun tipo di collegamento tra post e autore. E' quindi il proprio alter ego virtuale colui che gestisce il nostro blog e, attraverso la sua esperienza e la sua interazione con altri personaggi come lui, noi ci confrontiamo e cogliamo gli insegnamenti necessari per un nostro miglioramento nella vita reale. Si instaura così per la prima volta, come sostiene Granieri, un rapporto importante tra il web e la vita di tutti i giorni, un rapporto sicuramente utile ma che presenta, ragionando in prospettiva, anche tanti aspetti negativi.
(..si può giustificare il bordo dei commenti almeno? ;])

martedì, marzo 28, 2006 10:15:00 AM

 
Anonymous Pami said...

Interessante questo blog, come si vede offre interessanti spunti di discussione...

martedì, marzo 28, 2006 11:14:00 AM

 
Anonymous Rosy said...

bravi!!! Trovo questo argomento molto interessante e anche l'idea di recensire i blog è geniale!
Continuate a scrivere....

martedì, marzo 28, 2006 7:05:00 PM

 

Posta un commento

<< Home